Guarda il mio ultimo video, per vederli tutti clicca "video", nella barra in alto!

Vivere in Polonia... e in Sicilia.

In Polonia in realtà non ci ho vissuto e consigli non posso darne ma avendoci passato tre mesi, due dritte sì... o almeno posso sfatare qualche mito.

Sarà che vengo dalla Sicilia (da Gela), paesino dalla mentalità molto particolare dove, come in poche altre parti d'Italia, molta gente vive in un mondo a parte.
Premesso che non mi piace fare critica (non è vero, di qualsiasi cosa riesco a parlare del lato cattivo, e la cosa mi diverte tantissimo) ma a parlare bene dei posti sono bravi tutti e, essendo Gela la mia città, posso avanzare tutte le critiche che voglio -anche perché questo è lo sport preferito da tutti i gelesi. Non ci guadagno niente a parlare male della città da cui vengo, anzi. Voglio solo scrivere per ristabilire il giusto equilibrio perché in molti, per qualche strana ragione, credono che la Polonia sia un paese di classe B, inferiore per qualità di vita e per sviluppo, senza rendersi bene conto del posto in cui vivono. Una concezione senz'altro evoluzionistica e razzista, nonché assurda.

a Gela l'ambizione prima dei ragazzi è di avere ai piedi le scarpe con la H, le famosissime Hospitals... o Hogan. Tutti da 0 ai 99 anni hanno lo stesso paia di scarpe che costano quasi tre volte cento euro. Da dove vengo io, per alcuni, avere la macchina pulita è più importante che saper parlare l'inglese, altri sconoscono perfino l'italiano. La sera tutti vanno nello stesso locale, che cambia a rotazione negli anni, portando al fallimento quello che fino a poco tempo fa era il centro della vita. Girano Porsche e Maserati e non ci sono nemmeno le strade asfaltate.
In alcuni quartieri, di sera, la gente lascia penzolare dal balcone la propria spazzatura con dei ganci, e resterà lì a penzolare fino al giorno dopo, così che tutte le strade sono addobbate da sacchi di spazzatura.
Sempre riguardo la spazzatura, una volta attraversavo la strada proprio mentre un prodigio lanciava dal terzo piano i suoi rifiuti nel tentativo di fare centro nel secchio posizionato dall'altra parte della strada. 0 punti Magic Johnson.
Per non parlare di tutte le cartacce che la gente butta per terra dopo aver consumato qualcosa.
Da dove vengo io ci sono tante cose belle, siamo la città di Eschilo per esempio (chissà che direbbe ora) abbiamo tantissime altre cose, ma purtroppo ce ne sono altre così assurde che se continuassi a scrivere non mi credereste, e mi fermo qua. Per cui... davvero volete credervi migliori di altri popoli?
Purtroppo, e per tante ragioni, ci sono troppo pregiudizi -su tutto, e visto che di recente sono stato nel paese piatto e adesso sono a qui, mi è venuto di scrivere quello che sto scrivendo.

Credo che l'impressione di essere un paese migliore rispetto ad altri (tra cui la Polonia) esiste perché si è chiusi tra le mura di un paesino dove succede tutto questo o perché fino a molti anni fa non era raro incontrare badanti o gente che occupava posizioni lavorative meno ambite dagli italiani.
C'è da dire che la Polonia non è ricchissima soprattutto a causa della sua storia sfortunata: si è trovata tra la Germania nazista e la Russia comunista e questo non ha favorito certo il suo sviluppo. E se oggi le città sono tutte ricostruite e la vita è normale è grazie al duro lavoro.

La Polonia non è ricchissima è vero, ma per fare un paragone con il Bel Paese, ho dato un occhiata a un grafico sulla disoccupazione (Eurostat) negli ultimi 10 anni di Italia, Norvegia, Polonia e Islanda e Grecia. Credo che il livello di disoccupazione sia un dato significativo nel vedere la qualità della vita di un paese, le speranze di fare carriera e di vivere normalmente.
Tra il 1995 e il 2008 la Polonia toccava quota 20% mentre nello stesso periodo l'Italia si avviava verso una buona fase prima del periodo di depressione che viviamo oggi. Adesso l'Italia ha più disoccupati della Polonia.


Se ci sentiamo tanto fighi, alla moda e innovativi, sbirciate un dato che mi sta veramente a cuore:  è l' English Proficiency, la classifica del livello di inglese nei vari paesi stilato da Education First (http://www.ef.pl/epi/).
L'Italia è al 32° posto (perfino a molti altri paesi di serie B rispetto a noi* ndr) dopo Ukraina (B2)  Sri Lanka (C zona retrocessione) e Uruguay (bleah) mentre la Polonia si proietta al futuro con un bell' 8 posto. Se chiedi indicazioni a una signora più o meno vecchia, è probabile che ti parli in inglese e tutti, tutti i ragazzi parlano decentemente.



Adesso che ho finito col pippone, passo a sfatare qualche mito sulla Polonia.

Io ho vissuto a Torun, nel pieno centro della Polonia, la città natale di Nicola Copernico, quello che non ha inventato le lampadine. Ho passato del tempo a Danzica, Poznan, a Varsavia e in molte altre città. Voglio solo dire che le città sono incredibilmente belle, pulite, la gente è simpatica e tutti rispettano le regole, cosa non strana abroad.
Non voglio solo dire che la Polonia sia meglio dell'Italia o della Sicilia o viceversa, io non vivrei in Polonia, per me fa troppo freddo, scrivo questo in quanto viaggiatore, e in quanto viaggiatore, visto che ho anche un blog, sento la responsabilità di condividere quello che io credo sia giusto.
Non mi piace che qualcuno classifichi i paesi in base agli stereotipi, catalogando le culture in base a punti di vista approssimativi ed etnocentrici; scrivo il blog per far conoscere quello che non si conosce. Sono troppo buono, lo so.

Le classiche domande:
Mangiano solo pappine?
Plazek Cyganski

No, però ne hanno tante, e alcune sono anche buone. Se volete provare qualcosa di "normale", la cucina polacca è ricca di cose buone: provate il Plazek Cyganski, Pierogi, Golabki, Bigos, ecc ecc ecc. O andate a mangiare da Manekin, lo trovate in tante città inclusa Varsavia; fanno a poco prezzo dei buonissimi pancake.
Pancake di Manekin


Hanno le strade?
Bah, per come è formato il paese (piatto) sarebbe facile averne di buone, come ne ha la Germania, ma boh, non ne hanno. Del resto avete mai visto la Sa-Rc, o siete mai venuti in Sicilia? L'altro giorno andavo da Gela all'aeroporto di Comiso, lungo la SS115, sembrava appena bombardata. Alcuni sfortunati caduti dentro le buche non riescono a uscirne e ottengono la residenza.
I treni fanno un po' schifo, ma la linea di bus Polskibus è impeccabile, con prezzi bassissimi (3€ per 2 ore di viaggio) con wifi e con mezzi nuovissimi.

Non fa troppo freddo?
Dipende. Adesso, a Gennaio, non c'è neanche la neve e ci sono circa 8C°. L'anno scorso a Marzo sono rimasto bloccato a Gdansk per due settimane a causa di una lunga tormenta a -12C°, ma niente di insopportabile. Alcune volte la temperatura arriva intorno ai -20C°, ma la cosa più antipatica in inverno, oltre al freddo, è la sua latitudine. In inverno il sole è così basso da essere praticamente inesistente: alle 12.00PM l'elevazione è di 14° circa, più o meno la metà della Sicilia (30°) e, oltre a essere molto fioco, non riscalda per niente. Per non parlare del fatto che albeggia alle 8 di mattina e tramonta alle 15. D'estate è invece il contrario, le ore di luce sono molte di più rispetto a quelle di buio.













Però le polacche sono belle... e facili?
Bah. Qui sono gusti. Se vi piacciono quelle chiare, pelle bianca, un po' timide, però simpatiche e umili sì. La cosa bella è che non si sentono tutte "principesse sul pisello" sono consce della loro bellezza senza farla pesare, pensano più ad altri aspetti. Sono facili.. boh. In discoteca per esempio se ti ballano accanto troppo vicino non è detto che ci stiano, in ogni caso alcune ragazze sono di certo affascinate dalla fisionomia terrona, vedi me: basso, naso grande, occhi pieni di avventure e capelli castani, con uno charme unico nel suo genere. In ogni caso io sono più per le canarie, belle tante e surfiste.
E i polacchi? Bo, non lo so. So solo che la stragrande maggioranza veste tute da ginnastica e giacconi militari e si rasano i capelli. Per il resto tutti sono simpaticoni.

La birra è buona?
La birra è buona.

La mia preferita è la Ksiazece Pzenicne, se sapete pronunciarlo ordinatene una che è troppo buona.


Polacco, da Wikipedia
La lingua è difficile?
Impossibile. E ne vanno fieri. Tutti i polacchi sono orgogliosi e sono tutti convinti che la loro sia in classifica tra le 3 lingue più difficili del mondo.
Io la trovo un'idiozia (e così smonto secoli di cultura) perché la lingua deve essere facile e immediata (tipo inglese, ma anche quelli per dire friend, cosa vogliono amica o amico? boh, anche loro troppo esagerati, è vero che la lingua deve permettere di esprimere tutto al meglio, io adoro l'italiano) però i polacchi hanno 7 casi (tipo nom, gen, ecc) e ognuno di questi però ha delle varianti, e sono tutte usate. Per non parlare della pronuncia. Ascoltarli parlare sembra che gli si sia ingarbugliata la lingua o siano tutti incazzati neri.
Nota: il polacco anche se a primo impatto non dia questa impressione, e molto più piacevole del tedesco: ascoltate sta canzone, che tra l'altro è bellissima http://www.youtube.com/watch?v=ei9Kdu6Dg5U

I prezzi sono bassi?
Per noi sì; per la gente del posto sono normali, non troppo esagerati come da noi.
Per andare in Pizzeria in Italia ci vogliono minimo 12€, in Polonia, con 5/6€ trovi da mangiare seduto a un tavolo, anche in un ristorantino, e mangi bene.
Io in pieno centro a Torun, pagavo un 200€ per un bellissimo bilocale.

Per il resto forse è meglio che vi faccia vedere qualche fotografia, che già ho scritto assai.


Molo di Sopot
Danzica o Gdansk
Varsavia
Torun
Torun
Ultima cosa, invece di spedere 300€ per le Hogan, pagatevi un viaggio o un corso di inglese.

Hai visto i miei video? Sono tutti qui, e sono fighissimi!

3 commenti:

  1. http://www.businessweek.com/articles/2013-11-27/how-poland-became-europes-most-dynamic-economy

    RispondiElimina
  2. Suvvia non è vero che il polacco è difficilissimo.
    Le parole più importanti sono very easy ed entrambe guardacaso cominciano con la P:
    - Piwo
    - Pizda

    Una volta che sai queste due sei apposto :D

    RispondiElimina
  3. beh bellissimo il tuo articolo anche sono siciliano e sono in polonia. Ho pero' da criticare alcune cose. prima cosa sei stato solo nelle piu' belle e grandi citta' della polonia anzi ti mancano forse le piu' belle:cracovia e breslavia (Kraków e Wrocław). queste citta vengono mantenute benissimo, hanno una vita culturale eccellenti, una movida fantastica e sedi universitarie. Le altre citta' invece sono nate attorno alle miniere e alle fabbriche e sono tutte in stile sovietico. Dei grandi quartieri dormitorio dove in questi blocchi enormi di cemento squadrato ci sono decine e centinaia di finestre. Inoltre proprio per le ragioni che ti ho detto nelle citta facilmente trovi qualcuno che parla inglese ma basta spostarti di qualche decina di chilometri che bisogna sfoderare la classe sicula dei gesti per farsi capire. Ci sarebbe molto da dire visto che la conosco bene pero' tutti gli aspetti che hai detto li voglio confermare...ormai cracovia e' ricchissima vedo giornalmente mercedes bmw e porsche nuovissime. A cracovia si vive bene, addirittura molte cose, compresi gli affitti mi sembrano piu' cari della sicilia e molti mi dicono che a varsavia e' ancora piu' cara. Certo mangiare bere e divertirsi lo si puo' fare anche con pochissimo:carne eccellente birra e vodka buonissimi e tantissima bella movida e eventi culturali....pero' un po' di pesce di mare o carne alla griglia e un bicchere di vino quelli un po' mi mancano...ciao anzi cześć

    RispondiElimina